BRACCIO DI FERRO TRA DUE CAPITANI

 

Nella notte fra venerdì e sabato, intorno all’1.50, la nave Sea Watch 3 dell’ong Sea Watch ha attraccato al porto di Lampedusa e fatto sbarcare i 40 richiedenti asilo che erano a bordo da circa due settimane, cioè da quando il governo italiano aveva vietato alla nave di entrare in acque italiane, creando un caso di cui si è parlato in tutta Europa. Lo sbarco di oggi è avvenuto senza l’autorizzazione delle autorità, così come l’ingresso nelle acque italiane di tre giorni fa.

Intorno all’1.30 la comandante della nave Carola Rackete aveva condotto la nave in porto disobbedendo al divieto e resistendo a una manovra di disturbo di una motovedetta della Guardia di Finanza. Un’ora dopo l’attracco, non appena è scesa dalla nave, è stata arrestata e ora si trova agli arresti domiciliari. Verrà processata nei prossimi giorni, dicono alcuni quotidiani.

Rackete è accusata di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e resistenza alle navi da guerra per una manovra fatta in porto, quando ha di fatto spostato una motovedetta della Guardia di Finanza che cercava di frapporsi fra la nave e il molo. I 40 richiedenti asilo a bordo sono sbarcati invece poco prima dell’alba, e sono stati portati nel centro di accoglienza dell’isola: nei prossimi giorni verranno ricollocati in cinque paesi europei. Intorno alle 6.30, una volta concluse le operazioni di sbarco, la Sea Watch 3 si è allontanata da Lampedusa, ma non è chiaro se sia stata sequestrata o meno.

Salvini il capitano, lancia accuse e invettive ogni giorno su questa ragazza, scatenando sui social una guerra ormai divenuta insostenibile, da parte di tifoserie sempre più agguerrite, pro e contro la capitana della Sea Watch, pro e contro il capitan Salvini. Forse l’ Italia non si merita tutto questo.


Cerca nel giornale

Forbes riprende le nostre denunce sui rifiuti scomparsi

The EU's Borders And Stability Are At Risk

Articoli consigliati

L'INCHIESTA RIFIUTI SUI MEDIA EUROPEI

SYRILIFOTELEGRAPH.MK
  

ANCHE IN GRECIA TROVA ENORME RISALTO LA NOTIZIA DEI 1300 CONTAINERS SCOMPARSI

Guarda la prima pagina della CNN in lingua greca

"

 

CONTAINER SCOMPARSI, ANCHE IN GRECIA SI PARLA DELL'INCHIESTA

LINK AL SITO

"


L'INCHIESTA DI PIANETA ITALIA NEWS VIENE RIPRESA ANCHE IN MACEDONIA

Il Telegraf, uno dei web site più importanti del Paese, decide di approfondire le nostre rivelazioni.   

Gestione rifiuti: l'intervista del 2011 a Roberto Saviano

Scienza

Grazie a due nuovi test genetici il tumore non farà più paura

Politica

Europa sotto attacco. Le stragi dell'ISIS nel tempo del ramadam