LA SEDE EUROPEA DEL FARMACO EMA AD AMSTERDAM NON SARA' PRONTA IN TEMPO

Ema, la sede di Amsterdam non è pronta. Il governo italiano pronto a fare ricorso per la candidatura di Milano già andata male qualche mese fa. Il responsabile dell’Agenzia europea del farmaco ha spiegato che la soluzione transitoria proposta dagli olandesi «non è ottimale», «dimezza» lo spazio della sede di Londra. Il Pirellone invece, come confermano Maroni e Sala, è pronto e disponibile.

Gozi: aspettiamo le decisioni Parlamento europeo
«Se il Parlamento europeo dovesse dichiararsi contro la decisione del Consiglio sull'attribuzione della sede dell'Agenzia Ue del farmaco ad Amsterdam si aprirebbe una discussione tra le due istituzioni come sempre capita: il ruolo del Parlamento nel processo in corso è evidente, è un ruolo legislativo e un ruolo politico». Lo ha detto il sottosegretario agli affari europei Sandro Gozi ai giornalisti al termine della riunione dei ministri Affari generali che ha discusso e approvato il mandato negoziale per le trattative Brexit sul periodo di transizione. Gozi ha aggiunto che «in Parlamento è in corso un processo di decisione per modificare i regolamenti sulle agenzie Ue due parlamentari, Toja e Gardini (Pse e Ppe rispettivamente - ndr) hanno formalizzato una interrogazione alla Commissione europea evidenziando considerazioni rilevanti che anche il governo italiano considera tali, vedremo che cosa decidera' il Parlamento europeo».

Sala: in contatto con Gentiloni per iniziative
«Leggo in una nota che, secondo la direzione di Ema, i problemi di Amsterdam ad ospitare la loro nuova sede sono evidenti. Sono in contatto con il Presidente Gentiloni per valutare tutte le possibili iniziative». Alla luce dell’intervento lo ha scritto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, sul suo profilo Facebook, commentando l'allarme lanciato dal direttore dell'Agenzia europea del farmaco, Guido Rasi. «Sono d'accordo con il presidente Maroni confermiamo che Milano è in grado di rispettare la tempistica richiesta, sia per la sede che per tutte le condizioni a latere»,


Cerca nel giornale

Forbes riprende le nostre denunce sui rifiuti scomparsi

The EU's Borders And Stability Are At Risk

Articoli consigliati

L'INCHIESTA RIFIUTI SUI MEDIA EUROPEI

SYRILIFOTELEGRAPH.MK
  

ANCHE IN GRECIA TROVA ENORME RISALTO LA NOTIZIA DEI 1300 CONTAINERS SCOMPARSI

Guarda la prima pagina della CNN in lingua greca

"

 

CONTAINER SCOMPARSI, ANCHE IN GRECIA SI PARLA DELL'INCHIESTA

LINK AL SITO

"


L'INCHIESTA DI PIANETA ITALIA NEWS VIENE RIPRESA ANCHE IN MACEDONIA

Il Telegraf, uno dei web site più importanti del Paese, decide di approfondire le nostre rivelazioni.   

Gestione rifiuti: l'intervista del 2011 a Roberto Saviano

Scienza

Grazie a due nuovi test genetici il tumore non farà più paura

Politica

Europa sotto attacco. Le stragi dell'ISIS nel tempo del ramadam