MATTARELLA INCARICA LA PRESIDENTE DEL SENATO CASELLATI PER UNA ESPLORAZIONE TUTTA IN SALITA

VETI, E CHIUSURE STANNO RENDENDO MOLTO DIFFICE LA FORMAZIONE DI UN NUOVO GOVERNO

Roma, 18 apr. (askanews) – Il mandato esplorativo sulla formazione del nuovo Governo affidato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla presidente del Senato Fi Maria Elisabetta Casellati non è un incarico pieno a formare il Governo. Ma, per l’appunto, una “esplorazione istituzionale” finalizzata in particolare a verificare in via definitiva se la maggioranza che ha eletto i presidenti delle Camere e delle commissioni parlamentari speciali centrodestra-M5s è anche in grado di sostenere insieme il Governo.

Finora, nel doppio giro di consultazioni al Quirinale dopo le elezioni del 4 marzo, il presidente della Repubblica ha personalmente verificato a 360 gradi le posizioni di tutti i gruppi parlamentari verificando l’inesistenza di una qualsivoglia maggioranza. Con il mandato esplorativo alla presidente del Senato di Forza Italia eletta insiene dai parlamentari di centrodestra e M5s il capo dello Stato prova a restringere il perimetro di ricerca ma affida alla seconda carica dello Stato l’esplorazione non potendo lui direttamente limitare la ricerca ad una sola parte del Parlamento.

Casellati ha due giorni di tempo per dare la sua risposta a Mattarella. Il Quirinale ha infatti messo nero su bianco nel conferimento del mandato che è solo su quella maggiornza che Casellati deve esplorare e che entro venerdì deve tornare al Colle con un sì o un no all’intesa. Se l’esito dell’esplorazione sarà positivo, la presidente del Senato potrà limitarsi a indicare al capo dello Stato l’esistenza di un accordo di governo M5s-centrodestra. O potrà indicare anche il nome della persona che la nuova maggioranza intende proporre al Capo dello Stato come presidente del Consiglio. Potranno essere i candidati ufficiali di centrodestra e M5s, rispettivamente Matteo Salvini e Luigi Di Maio, oppure un nome diverso che nulla vieta possa in ipotesi anche essere il suo. In quest’ultimo caso Mattarella affiderebbe a quel punto a Casellati un mandato pieno.

Nel caso invece di esito negativo dell’espolarzione, Casellati potrà limitarsi a certificare a Mattarella l’impossibilità della nascita di una maggioranza di Governo centrodestra-M5s. Oppure riferire la possibilità di diverse maggioranze. Nell’uno e nell’altro caso sarà poi il capo dello Stato a decidere se affidare un nuovo e diverso mandato esplorativo, ragionevolmente questa volta al presidente della Camera Roberto Fico. O se procedere a conferire un incarico pieno a una personalità di sua scelta per un governo sostenuto da una maggioranza diversa (più larga, più stretta, di diverso colore) da quella centrodestra-M5s che è l’oggetto del mandato esplorativo a Casellati. Che, dunque, politicamente significa di fatto aver chiesto alla presidente del Senato di Forza Italia eletta insieme da tutto il centrodestra e dai Cinque Stelle se il “fattore B” – il veto M5s su un governo con Silvio Berlusconi- sia superabile no. E, eventualmente, con quale premiership: Salvini, Di Maio, una staffetta fra loro, un terzo nome a partire da quello della stessa Casellati.


Cerca nel giornale

Forbes riprende le nostre denunce sui rifiuti scomparsi

The EU's Borders And Stability Are At Risk

Articoli consigliati

L'INCHIESTA RIFIUTI SUI MEDIA EUROPEI

SYRILIFOTELEGRAPH.MK
  

ANCHE IN GRECIA TROVA ENORME RISALTO LA NOTIZIA DEI 1300 CONTAINERS SCOMPARSI

Guarda la prima pagina della CNN in lingua greca

"

 

CONTAINER SCOMPARSI, ANCHE IN GRECIA SI PARLA DELL'INCHIESTA

LINK AL SITO

"


L'INCHIESTA DI PIANETA ITALIA NEWS VIENE RIPRESA ANCHE IN MACEDONIA

Il Telegraf, uno dei web site più importanti del Paese, decide di approfondire le nostre rivelazioni.   

Gestione rifiuti: l'intervista del 2011 a Roberto Saviano

Scienza

Grazie a due nuovi test genetici il tumore non farà più paura

Politica

Europa sotto attacco. Le stragi dell'ISIS nel tempo del ramadam