Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ritorna il terrore: l’Isis attacca nel cuore di Londra

 

DA distanza di pochi giorni dall’attentato all’aeroporto di Orly in Francia, ritorna l’incubo terrorismo, questa volta nel cuore di Londra.
Un uomo alla guida di un suv ha falciato la folla, scagliandosi come un missile sul Westminster Bridge, uccidendo alcuni e ferendo gravemente decine di persone. Poi si è diretto verso il cancello del Parlamento,  togliendo la vita - con due coltelli – ad un poliziotto.
L’uomo, secondo le prime ricostruzioni, un terrorista sulla quarantina con tratti asiatici, è stato poi “freddato” da tre colpi di pistola sparati da un agente in borghese.
Immediate le misure di sicurezza. Il primo ministro, Teresa May, è stata portata in salvo, mentre la Camera dei Comuni (in cui si stava svolgendo una seduta al momento dell’attentato) è stata completamente blindata.
Attimi di incessante paura per le migliaia di turisti presenti in quell’area al momento del tragico episodio, seguito dagli sguardi attoniti dei visitatori della London Eye, la famosa ruota panoramica inaugurata nel 2000.


Scotland Yard definisce il triste accaduto come un vero e proprio attacco alla libertà ed alla sicurezza del Paese.
Un altro duro colpo al cuore dell’Europa, che fa crescere ancor di più l’allarme terrorismo.
Mentre gli Stati Uniti cercano in tutti i modi di arginare il fenomeno, limitando l’uso di dispositivi elettronici sui voli provenienti da Paesi del Nord Africa e del Medio Oriente, la paura si fa strada in tutto l’Occidente. L’ “effetto sorpresa” semina angoscia e preoccupazione: nessuno sa dove e quando la follia sterminatrice islamica ritornerà a colpire…
Nel mirino dei terroristi ancora l’Europa, che fra qualche giorno - il 25 marzo, a Roma - festeggerà l’anniversario dei Trattati di Roma. La stessa Europa che è costretta, sempre più spesso, a fare i conti con un mostro senza identità e con la certezza di doversi difendere ad ogni costo....


Cerca nel giornale

Forbes riprende le nostre denunce sui rifiuti scomparsi

The EU's Borders And Stability Are At Risk

I RIFIUTI SCOMPARSI SULLE PAGINE DEL “ROMA”

IL ROMA 09/03/2017IL ROMA 04/03/2017IL ROMA 03/03/2017IL ROMA 02/03/2017

 Anche il “Roma”, il quotidiano più antico d’Italia (fondato nel 1862), dedica grande risalto ai 1.300 containers scomparsi. La prima pagina del giornale napoletano, “rimbalzata” a più riprese nelle “rassegne stampa” televisive di Rai News 24, di Sky Tg 24 e dei notiziari Mediaset, segnala come anche dalla Campania siano partiti rifiuti destinati all’esportazione transfrontaliera."


Anche il “Roma”, il quotidiano più antico d’Italia (fondato nel 1862), dedica grande risalto ai 1.300 containers scomparsi. La prima pagina del giornale napoletano, “rimbalzata” a più riprese nelle “rassegne stampa” televisive di Rai News 24, di Sky Tg 24 e dei notiziari Mediaset, segnala come anche dalla Campania siano partiti rifiuti destinati all’esportazione transfrontaliera.""

 Anche il “Roma”, il quotidiano più antico d’Italia (fondato nel 1862), dedica grande risalto ai 1.300 containers scomparsi. La prima pagina del giornale napoletano, “rimbalzata” a più riprese nelle “rassegne stampa” televisive di Rai News 24, di Sky Tg 24 e dei notiziari Mediaset, segnala come anche dalla Campania siano partiti rifiuti destinati all’esportazione transfrontaliera.""


 Anche il “Roma”, il quotidiano più antico d’Italia (fondato nel 1862), dedica grande risalto ai 1.300 containers scomparsi. La prima pagina del giornale napoletano, “rimbalzata” a più riprese nelle “rassegne stampa” televisive di Rai News 24, di Sky Tg 24 e dei notiziari Mediaset, segnala come anche dalla Campania siano partiti rifiuti destinati all’esportazione transfrontaliera."

L'INCHIESTA RIFIUTI SUI MEDIA EUROPEI

SYRILIFOTELEGRAPH.MK
  

ANCHE IN GRECIA TROVA ENORME RISALTO LA NOTIZIA DEI 1300 CONTAINERS SCOMPARSI

Guarda la prima pagina della CNN in lingua greca

"

 

CONTAINER SCOMPARSI, ANCHE IN GRECIA SI PARLA DELL'INCHIESTA

LINK AL SITO

"


L'INCHIESTA DI PIANETA ITALIA NEWS VIENE RIPRESA ANCHE IN MACEDONIA

Il Telegraf, uno dei web site più importanti del Paese, decide di approfondire le nostre rivelazioni.   

Gestione rifiuti: l'intervista del 2011 a Roberto Saviano

Scienza

Grazie a due nuovi test genetici il tumore non farà più paura

Politica

Europa sotto attacco. Le stragi dell'ISIS nel tempo del ramadam