IL MINISTRO ALFANO IN GUINEA: PRESTO L’AMBASCIATA A CONAKRY

Dopo quasi dieci anni di rottura, la cooperazione guineo-italiana riprende con forza.

Video - foto

Il capo della diplomazia italiana Angelino Alfano è arrivato a Conakry, accompagnato da sua moglie e da una forte delegazione. L'obiettivo della sua visita s'inscrive nel quadro del rafforzamento dei legami di cooperazione tra i due paesi. Dopo un breve colloquio all'aeroporto di Conakry, la delegazione si è scissa in due: il gruppo del capo della diplomazia italiana si è recato presso il Ministero degli affari esteri e quello della sua consorte si è recato dalla First Lady di Chili. Per circa trenta minuti le due donne si sono intrattenute sulle questioni legate all'appoggio delle fasce deboli e vulnerabili del paese.

<<L'Italia rimane vicina a questo paese che amiamo enormemente, la Guinea ci sta a cuore, dobbiamo sviluppare insieme delle attività in modo da proteggere le popolazioni più deboli...>> Tiziana, Alfano e Hadja Djene Condé stanno progettando diverse altre azioni nel futuro, per il bene dei due paesi. Ci saranno grandi dei progetti che la Guinea senza dubbio vorrà intraprendere e l'Italia sarà al suo fianco. L' Italia è venuta per assistere ancora una volta, e per offrire il suo aiuto come già ha fatto a questo paese in momenti di sofferenza. Il diplomatico italiano ha poi preso parte ad un pranzo al Palazzo Sékhoutouréya con il Presidente della Repubblica. L'ultima tappa della sua tournée è stata il Centro DREAM, un centro italiano che assiste i malati di HIV.


Cerca nel giornale

Articoli consigliati

Ultime news

Lunedì, 22 Aprile 2019
PASQUA DI SANGUE
Mercoledì, 20 Marzo 2019
FLAT TAX
Domenica, 03 Febbraio 2019
QUOTA CENTO E REDDITO DI CITTADINANZA

Scienza

Grazie a due nuovi test genetici il tumore non farà più paura

Politica

Europa sotto attacco. Le stragi dell'ISIS nel tempo del ramadam