GOVERNO: NON FAREMO MORIRE NESSUNO

"MALTA IMPEDISCE DI ENTRARE IN PORTO ALLA NAVE UMANITARIA LIFELINE" PER MACRON UNA NAVE FUORI LEGGE.

E così, mentre continua l'odissea della nave della ong tedesca Lifeline, ferma da giorni a sud di Malta con a bordo 234 migranti, e la Maersk con i suoi 110 migranti viene autorizzata dal Viminale ad attraccare a Pozzallo, il ministro dell'Interno Matteo Salvini lancia un nuovo guanto di sfida alle organizzazioni non governative, arroventando al tempo stesso il clima all'interno del governo. "La Guardia costiera italiana ha avuto disposizioni di non raccogliere gli sos delle navi ong cariche di migranti? Dovete chiedere al ministro Toninelli, ma se così fosse, questa decisione avrebbe il mio totale sostegno", dice il leader leghista. "Abbiamo il cuore buono a differenza di Macron", ha detto stamattina Salvini parlando dell'ok allo sbarco della Maersk a Pozzallo. "Le Ong straniere non toccheranno più porti italiani", ha quindi aggiunto spiegando che nel caso della Maersk "il cargo aveva persone da soccorrere su indicazione della Guardia costiera, che è lo Stato italiano".

In serata è Luigi Di Maio a intervenire per  rasserenare gli animi. Per la Lifeline, dice il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico ai microfoni di Stasera Italia, "ci sono due strade: o aprono i porti Francia, Spagna e Malta o viene nei nostri porti e poi la sequestriamo".


Cerca nel giornale

Articoli consigliati

Ultime news

Scienza

Grazie a due nuovi test genetici il tumore non farà più paura

Politica

Europa sotto attacco. Le stragi dell'ISIS nel tempo del ramadam