Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Renzi, trionfo annunciato alle primarie di aprile?

 

Il risultato lascia poco spazio all’immaginazione. Anzi, arriva come un vero tornado su chi auspicava un verdetto diverso.
Matteo Renzi incassa il 68 per cento dei voti alle primarie del Partito Democratico, spiazzando così gli altri candidati, Andrea Orlando, Ministro della Giustizia, che raggiunge il 25 per cento dei consensi, e il Governatore della Puglia, Emiliano, che si aggiudica solo il 6 per cento delle preferenze.
“ Un risultato che mi ridà coraggio e forza di combattere per cambiare quest’Italia”, afferma l’ex premier senza trattenere la gioia per il primo passo ottenuto. E aggiunge, discettando già da Primo Ministro “in pectore”: “ L’Europa non può più essere soltanto un insieme burocratico, tecnocratico, difficile da comprendere. L’Europa deve ripartire dalle cose concrete come la famiglia e il lavoro, deve far sì che le aziende non paghino tasse scandalose, costringendole ad andare altrove, espatriando…”.
Insomma, il giovane “rottamatore”, additato come “l’untore” della debacle politica, espropriato del suo ruolo proprio dai compagni di partito, annuncia che la rivincita è appena iniziata e lascia intendere che sul finale – l’agognato ritorno a Palazzo Chigi - nessuno può azzardare pronostici.
Andrea Orlando commenta i risultati con moderazione, ammettendo sì la posizione di vantaggio di Renzi, ma guardando con ottimismo al 30 aprile prossimo, data del Congresso Nazionale, determinante per la corsa al Nazareno.  
“Se il partito non cambia linea, saranno i nostri elettori ad abbandonarci”, afferma il Guardasigilli, escludendo categoricamente qualsiasi approccio di “larghe intese”.
Insomma, scenari ancora incerti nelle fila del Partito Democratico. Incertezze che si incastonano in un quadro politico generale dai contorni ancora più indefiniti.
“Tutto è perso se si perde il coraggio”, recita un antico proverbio.
E Renzi, in verità, in questa direzione sembra il più dotato. Che sia l’ora dei temerari?


Cerca nel giornale

Articoli consigliati

Ultime news

Giovedì, 27 Aprile 2017
25 aprile, il dovere della memoria
Giovedì, 27 Aprile 2017
Alitalia, ultimo atto

Scienza

Grazie a due nuovi test genetici il tumore non farà più paura

Politica

Europa sotto attacco. Le stragi dell'ISIS nel tempo del ramadam