Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Putin e Trump verso un'intesa?

 

La notizia è sorprendente. Dopo un lungo periodo di malumori e risposte disattese, ritorna sul tavolo della politica internazionale l’ipotesi di un’intesa tra il Cremlino e la Casa Bianca.
E’ bastata una telefonata, intercorsa nelle scorse ore, tra Vladimir Putin e Donald Trump, perché si instaurassero le basi di un possibile dialogo troppe volte incrinato dagli eventi degli ultimi mesi.
Dalla sua ascesa alla Casa Bianca, “il tycoon” si è trovato spesso in contrapposizione con il  collega russo, pur avendo annunciato – in campagna elettorale – che gli avrebbe teso la mano. Motivo di scontro, la guerra in Siria e l’appoggio russo al regime di Assad.
Trump, tuttavia, sembra voler adottare una strategia diversa. La Russia, possente “attore globale”, potrebbe rappresentare un alleato strategico nell’ultima e più spinosa controversia, quella che vede gli Stati Uniti contrapposti alle provocazioni costanti della Corea del Nord.
E così, la breve ma intensa conversazione telefonica fra i due, viene definita dagli osservatori e dalle rispettive diplomazie come “molto positiva”…
Sul piano delle faccende interne al suo Paese, in relazione agli accordi con la Russia, Trump deve di nuovo vedersela con Hillary Clinton, che dopo la sconfitta alle presidenziali americane non getta la spugna. La candidata democratica ritorna sulla scena mediatica con l’intento di far luce proprio sui rapporti con il Cremlino. La Clinton attacca il rivale ricordando i presunti “attentati” di hacker russi alla sua campagna, mettendo in discussione ancora una volta la stessa vittoria di Donald Trump.
Russia e Stati Uniti, comunque, si siederanno al tavolo del confronto politico sui grandi temi già in occasione del G 20. Il 7 e 8 luglio prossimi, ad Amburgo, il summit fra i grandi della terra potrebbe rappresentare la giusta occasione per un incontro a due, nel quale fare “tabula rasa” di incomprensioni e vecchi rancori.
Due personalità molto forti, non c’è dubbio, che pongono due potenze mondiali a confronto sul destino del mondo e che potrebbero – volendo – avviare la svolta di un vero futuro di pace.


Scienza

Grazie a due nuovi test genetici il tumore non farà più paura

Politica

Europa sotto attacco. Le stragi dell'ISIS nel tempo del ramadam